Futurpera si è fatta interessante

La scorsa settimana si è svolta a Ferrara la seconda edizione di Futurpera, salone internazionale della pera, e noi c’eravamo.

La manifestazione di respiro decisamente internazionale ci è sembrata una vetrina molto luminosa, compatta e ben allestita sul mondo della pericoltura.

IMG-20171115-WA0000

Ci piaceva segnalare alcuni elementi di novità nella tradizione della fiera espositiva:

–          Il fatto di essere un’esposizione monotematica specializzata ha permesso di concentrare i visitatori. Erano presenti  solamente operatori molto interessati alle opportunità offerte: dalle innovazioni nel campo della meccanizzazione, alle novità varietali, ai servizi.

–          Particolarmente apprezzato lo stile di molti stand, che come il nostro, prevedevano un’accoglienza  volta allo ”scambio in abbondanza” in un ambiente il più possibile raccolto con “food & drink” per gli ospiti.

IMG-20171117-WA0003

C’erano praticamente TUTTI. Cioè tutti i produttori, i tecnici e gli operatori commerciali che lavorano in frutticoltura: dall’Emilia e Romagna, dal Veneto e dal Piemonte e, fatto molto positivo, diversi  studenti  degli istituti di agraria.

IMG-20171116-WA0001

 

 

 

E tutti sono passati da noi!
Il nostro stand infatti, si trovava nel padiglione (4) dedicato ai servizi, in una posizione piuttosto“strategica”.

 

 

Tra le novità da noi proposte, particolare interesse ha destato K&AVitalumi  (nel prossimo post un approfondimento dedicato) ed abbiamo avuto buone conferme per i consolidati prodotti YaraVita e gli ormai classici biostimolanti della linea K&A.

Anche questa volta possiamo dire con orgoglio che il lavoro di squadra ha prodotto degli ottimi frutti.

Squadra. Per tutti noi di KALOS è la parola chiave: un insieme di persone unite da valori condivisi e dallo stesso entusiasmo.Chi si è avvicinato al nostro stand ha percepito la forza di questa squadra e dei mezzi all’avanguardia che orgogliosamente, con professionalità, competenza e passione propone.

Siamo soddisfatti di come si è svolta la manifestazione e “GRAZIE DI CUORE” a tutte le persone che hanno fatto visita al nostro stand.

 

IMG-20171117-WA0004

 

K&A COLORADO: NUOVO FORTIFICANTE PER LA COLORAZIONE DEI FRUTTI ROSSI

K&A annuncia l’uscita sul mercato del nuovo fortificante K&A COLORADO indicato per migliorare la colorazione dei frutti rossi.

Antociani

 

K&A COLORADO favorisce l’accumulo degli antociani, sostanze responsabili della colorazione rossa dei frutti, inibendo nel contempo la loro degradazione da parte dell’ambiente (temperatura, luce, umidità …), ed ottenendo un aumento significativo della superficie colorata della buccia e dell’intensità del colore stesso.

K&A COLORADO contiene dei composti naturali chiamati fruttani , nient’altro che catene di oligosaccaridi di fruttosio la cui azione consiste principalmente nel mitigare o minimizzare gli effetti che le alte temperature esercitano sulla degradazione degli antociani.

 

 

I fruttani sono inoltre una fonte naturale di zuccheri che grazie alla loro notevole solubilità e facilità di assorbimento determinano una serie di azioni benefiche:

  • AUMENTANO IL POTENZIALE OSMOTICO DELLA CELLULA, mantenendo costante  il tasso idrico anche con alte temperature, in modo da evitare la distruzione enzimatica e termica degli antociani.
  • ANCHE in condizioni di STRESS TERMICO il tasso fotosintetico della pianta non decresce, in questo modo LA PIANTA CONTINUA A PRODURRE ZUCCHERI
  • AIUTANO AD AUMENTARE LA CONCENTRAZIONE DI ZUCCHERI NELLA CELLULA stimolando l’attività dell’enzima fenilalanina ammonio liasi (PAL) coinvolta nella sintesi degli antociani
  • INIBISCONO L’AZIONE RINVERDENTE DELLE GIBBERELLINE

VANTAGGI:

Grazie all’ utilizzo di K&A COLORADO si producono più frutti con più colore e maggiore intensità dello stesso. Ciò permette di raccogliere più frutta con un minor numero di passaggi, riducendo significativamente i costi di manodopera e la carica di frutti presente sugli alberi con il 1°passaggio e questo migliora di conseguenza, la colorazione dei frutti rimanenti.

E’ un prodotto totalmente sicuro, la sua applicazione non presenta rischi né per la coltura, né per l’uomo, né per l’ambiente. Non lascia alcun tipo di residuo.

COLTURE:

K&A COLORADO è destinato alle pomacee specialmente alle varietà di mele rosse (Red Delicious) e bicolori (Fuji, Gala, Annurca…)

rosse

DOSI E MODALITA’ DI APPLICAZIONE:

Applicare per via fogliare un mese prima della raccolta e ripetere dopo 15 gg.

  • Se le temperature diurne si mantengono inferiori a 32°C: 250 g/100 l di acqua (2.5 kg/ha)
  • Se le temperature diurne salgono oltre i 32°C: 300 g/100 l di acqua (3 kg/ha)

Per maggiori informazioni e tutti gli approfondimenti: info@kalosgate.com; info@agrochimicasnc.it

Articolo originale su: http://blog.lidaplantresearch.com/

Frontiere: che cos’è e come funziona

K&A Frontiere
K&A Frontiere

K&A Frontiere è il futuro a portata di mano: dalla tecnologia Bioatlantis e dalla competenza K&A, il protagonista della nuova frontiera tra nutrizione e difesa.

Estratto puro di alghe ad alto contenuto di bioattivatori naturali, la sua composizione consente di attivare nelle piante i naturali sistemi di difesa, inducendo resistenza contro gli attacchi di funghi e batteri.
ll fucoidano, i florotannini ed il mannitolo, sono solo alcuni dei fattori di successo nell’induzione naturale dei sistemi di difesa endogeni nelle piante.
I componenti bioattivi di Frontiere, infatti, simulano l’attacco di un patogeno fungino o batterico, stimolando le piante, anticipatamente rispetto ad un infezione vera e propria, a sintetizzare le sostanze che concorrono alla loro difesa:  aumento dello spessore della parete cellulare, produzione di sostanze tossiche per il patogeno, sintesi di proteine specifiche per la difesa (PRproteine) e, se è necessario, morte cellulare programmata.
Tutto questo significa induzione della SAR (resistenza sistemica acquisita).

All’interno della stessa specie, le CV di piante tolleranti ad una determinata malattia differiscono da quelle suscettibili, per la durata dell’intervallo temporale che intercorre tra la penetrazione del patogeno e la messa in atto dei sistemi innati di difesa. Questo fatto testimonia come, oltre che per la nutrizione, anche per l’induzione di difesa, è il tempo il fattore determinante.
Ancora una volta, fare le cose giuste al momento giusto risulta essere la chiave del successo.

K&A Frontiere è un eccellente induttore di difesa utilizzabile da solo o in miscela su tutte le colture, in ogni fase di sviluppo delle piante ed in ogni tipo di coltivazione, naturale, biologica ed integrata.
Permette di ridurre il numero totale di interventi con fungicidi e, di conseguenza, l’ammontare di residui sul prodotto finale.

Per una agricoltura che mette al centro dell’attenzione il rispetto dell’ambiente, la salute delle persone e la salubrità degli alimenti.

Per visualizzare le prove e per saperne di più:
info@kalosgate.com – www.kalosgate.com
info@agrochimicasnc.it – www.agrochimicasnc.it

La fioritura di vite, kiwi e olivo: come intervenire con efficacia

Prefioritura della vite
Prefioritura della vite

Per la nutrizione:

La fioritura e l’allegagione sono per le piante i momenti di massimo fabbisogno energetico, lo sforzo massimo che esse fanno nel loro ciclo vitale, con un obiettivo assoluto, uguale per tutti gli esseri viventi: la riproduzione della specie.
Nella fase di prefioritura bisogna garantire un’ottimale dotazione di elementi nutritivi essenziali per una fioritura omogenea, un’efficace allegagione ed il massimo risultato produttivo. Gli elementi fondamentali da apportare alla pianta sono quindi il Boro e lo Zinco.

Se andiamo a valutare i casi di carenza di questi due elementi sulla vite, riscontreremo danni da acinellatura, quindi la mancata crescita degli acini per difetti di fecondazione. In particolare, la carenza di Boro evidenzia l’acinellatura verde, mentre la carenza di Zinco porta ad un’acinellatura dolce.

Nel caso del kiwi, con l’obiettivo di avere frutti di buona e regolare dimensione, sarà essenziale fornire alle piante Boro e Zinco per favorire una fecondazione omogenea e la conseguente maturazione di frutti dalla forma regolare e di ottimo calibro commerciale. La fecondazione, infatti, influenza direttamente quello che poi sarà il frutto, perché il numero dei semi incide direttamente sulla dimensione del kiwi.

Nel caso dell’olivo, un ruolo di grande importanza è rivestito soprattutto dal Boro, che va ad incidere nella fase di mignolatura e nel processo di fioritura ed allegagione.

Per fornire alle piante i microelementi essenziali per la fioritura, il Centro di Competenza Kalòs vi segnala: YaraVita Bortrac150 (prodotto ammesso in agricoltura biologica, 150 g/litro di Boro etanolamina), YaraVita Zintrac700 (prodotto ammesso in agricoltura biologica, 700 g/litro di Zinco in sospensione concentrata), YaraVita Flowering (mix di nutrienti con Boro, Zinco e Magnesio), YaraVita Photrel Pro (prodotto ammesso in agricoltura biologica, mix con Boro, Manganese, Molibdeno, Magnesio e Zolfo).

Sono consigliati, inoltre, due/tre interventi con K&A Impulsive Premium a 2 l/ha, con effetto biostimolante, per ottimizzare nella pianta l’utilizzo delle sostanze di riserva, uniformare l’apertura dei fiori, garantire una efficace fecondazione e stimolare la crescita iniziale dei frutticini.

Nelle fasi successive alla fioritura ed allegagione, sarà opportuno intervenire per stabilire un corretto equilibrio vegeto-produttivo, e quindi eseguire interventi mirati per favorire l’accumulo delle sostanze prodotte dalla pianta nei frutti anziché nella vegetazione. Di quest’ultimo tema ve ne parleremo approfonditamente nel prossimo post.

Per la difesa:

La difesa delle piante dalle malattie è sempre importante, ma ancora di più a cavallo di fioritura ed allegagione, perché solo salvando i fiori poi si potranno avere i frutti.

In tutti i programmi di difesa della vite, consigliamo l’utilizzo degli Induttori Naturali di Difesa Endogena delle piante: K&A Frontiere + K&A Oomisine. Si tratta di prodotti naturali per aumentare la resistenza delle piante agli attacchi di Peronospora ed Oidio. Si utilizzano in parziale o totale sostituzione dei prodotti tradizionali, in tutte le forme di coltivazione: convenzionale, integrata, biologica e biodinamica.

Nell’actinidia interventi mirati con K&A Frontiere in miscela con YaraVita Coptrel500 hanno dimostrato un’evidente efficacia nel contenimento della batteriosi (PSA).
L’uso di Coptrel 500 nella vite e nell’olivo sostituisce il rame tradizionale, aumentando nel contempo la persistenza e soprattutto l’efficacia; anche contro la rogna dell’olivo.

Per maggiori informazioni potete contattare il nostro ufficio tecnico allo 0432 909926 oppure via mail a info@kalosgate.com